Una nuova passione fa impazzire i giovani cinesi, quella per i gashapon, i giocattoli contenuti in pacchetti di plastica da collezionare attraverso acquisti infiniti.

I giocattoli, resi popolari per la prima volta in Giappone, hanno conquistato la Cina negli ultimi anni, guidando anche un fiorente mercato dell'usato e decorando le scrivanie dei colletti bianchi e le dirette degli influencer che aprono confezioni in tutto il paese.

 

gashapon2.jpeg

 

Il mercato dei gashapon valeva 7,4 miliardi di yuan (1,14 miliardi di dollari) nel 2019, secondo la società di ricerche di mercato Qianzhan Intelligence, che ha aggiunto che potrebbe salire a 30 miliardi di yuan entro il 2024.

Collezionabili come le figurine di baseball, i giocattoli sono venduti in pacchetti opachi che gli acquirenti comprano alla cieca, scoprendo il contenuto solo dopo l’apertura, e spesso capita che trovino all’interno un pezzo che già possiedono.

 

gashapon.jpg

 

Ma di tanto in tanto uscirà dalla scatola un oggetto raro o addirittura "nascosto" - uno che non compare nelle pubblicità della gamma - , il Santo Graal della mania del collezionismo.

L'elemento del mistero è una parte importante del divertimento, anche se "se lo agiti e poi senti la scatola, a volte puoi dedurre cosa c'è dentro".

Sul vivace mercato dell'usato, le figure rare possono arrivare a valere decine di volte il prezzo originale di una scatola non aperta, che di solito costa $ 10- $ 20.

La mania tuttavia non è sfuggita alle critiche. I media statali ad esempio hanno denunciato il rischio di dipendenza, paragonando la tendenza al gioco d'azzardo. Hanno chiesto una maggiore regolamentazione del settore affermando che le scatole non dovrebbero essere vendute "ciecamente" ai consumatori, ed accusando alcune marche di "persuadere i consumatori a continuare a comprare e persino sostenere una speculazione di seconda mano mercato."

Sebbene sia conosciuto da secoli, è solo nell'ultimo periodo che l'abitudine a bere buon vino è tornata a diffondersi in Cina, trainata in modo particolare dalle donne.

 

Breakfast in China

Novembre 18, 2020

Una colazione diversa ogni mattina è quella che offre “Breakfast in China”, il documentario sul cibo di cui Tencent Video ha mandato in onda la terza stagione.

 

Il programma presenta fino a 30 diversi tipi di colazioni popolari, che coprono le tradizioni delle diverse regioni della Cina e che sono solitamente venduti agli angoli delle strade. Il programma è molto piaciuto al pubblico, che è rimasto ingolosito da pietanze che non conosceva, ed è stato toccato dalle storie che accompagnano i piatti.

 

007HYTBely1g1zivvcklgj30u016gqfi.jpg

 

La serie infatti oltre a presentare pietanze che la maggior parte del pubblico ignora, getta luce sulla vita dei cuochi che gestiscono i negozi o le bancarelle dove i piatti sono serviti. Sono di solito coppie che lavorano duramente per portare avanti l'attività, svegliandosi alle tre del mattino tutti i giorni e lavorando senza sosta prima di poter fare colazione.

 

Il pubblico è rimasto colpito dai sacrifici nascosti dietro le colazioni ed ha ammirato la perseveranza delle coppie ed il loro reciproco sostegno, premiando “Breakfast in China” con voti alti sulle piattaforme di recensione.

Tempi difficili per i ristoranti a tema animali domestici in Cina: sono infatti finiti sotto la lente della procura del distretto di Yuexiu, nella citta di Guangzhou.

 

La passione per gli animali domestici sta crescendo in Cina, dove sono sempre di più le famiglie che hanno animali in casa, che spesso considerano veri e propri membri della famiglia. Allo stesso tempo, sta aumentando la popolarità dei ristoranti a tema animali domestici, che vengono frequentati per la possibilità di giocare ed accarezzare cani, gatti ed altri animali anche durante il pasto.

 

877537ee3d684684b4deac25f786447c.jpeg

 

È per l'appunto questa eccessiva familiarità ad aver attirato l'attenzione dei procuratori di Yuexiu, che hanno avviato un contenzioso amministrativo.

 

Un contenzioso amministrativo di diritto pubblico può essere avviato dalla procura quando ritiene che le amministrazioni abbiano violato gli interessi pubblici o possano causare potenziali danni al pubblico: nel caso in questione il timore è che la libera circolazione degli animali possa essere rischiosa per la salute pubblica.

 

6a593563ac47413491f51f244640cc0c.jpeg

 

Nella maggior parte di questi ristoranti un certo numero di cani e gatti è autorizzato a camminare liberamente nella sala da pranzo e non esiste un confine netto tra la zona giorno degli animali e la zona pranzo. I peli degli animali fluttuano nell'aria ed è capitato, in un ristorante a tema shiba inu, che i cani litigassero e saltassero sui tavoli da pranzo.

 

A fronte di ciò, la procura ha allestito un'audizione, a cui hanno partecipato rappresentanti amministrativi, specialisti nella prevenzione delle epidemie animali, esperti di diritto e legislatori locali, dove ha sostenuto la pericolosità di questo modello di business.

 

Sebbene piacciano al pubblico, secondo i procuratori questi ristoranti possono non essere sicuri, ad esempio per la possibilità che gli animali, pur provenendo da allevamenti, attacchino i clienti o i bambini che vanno al ristorante.

 

china-shanghai-dog-cafe-shitzu-1024x768.jpg

 

Gli specialisti in prevenzione delle epidemie hanno poi evidenziato il rischio che gli animali da pelliccia, inclusi cani, gatti e conigli, possano trasportare parassiti o diffondere malattie a causa dello stretto contatto con un flusso così grande di persone.

 

In conclusione, la procura ha ritenuto che a causa dell'alto tasso di crescita del settore sia difficile assicurarsi che tutti i ristoranti abbiano le conoscenze di base del controllo delle epidemie, ed ha perciò invitato le amministrazioni locali ad intensificare la supervisione su tali ristoranti.

Pagina 1 di 4

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android