Zhang Xinran una studentessa di 10 anni di Xi’an, nella provincia dello Shaanxi, è diventata famosa sui social media cinesi dopo che un video che la mostrava ballare in classe il 24 aprile è diventato virale in rete. Le mosse decise della ragazza, il taglio di capelli corto e la sicurezza hanno attirato l'attenzione dei netizen su Douyin e oltre.

Secondo la madre, Xinran ha mostrato sicurezza in se stessa sin da quando era piccola. La ragazza, che è stata modella in sfilate di moda per bambini, è attiva su Douyin (TikTok), dove ha un account dal 2017.

 

xinran-ridotto.jpeg

 

Sebbene molte persone online siano entusiaste della qualità da star della ragazza, c'è anche chi teme che la sua improvvisa ascesa alla fama possa farle più male che bene. Altri invece pensano che i passi di danza di Xiran siano "inappropriati".

Tuttavia, molte persone sperano di vedere Xinran esibirsi sul palco. “È così sicura di sé e naturale”, dicono alcuni, “Comprerei sicuramente un biglietto per vederla esibirsi.

Douyin, la versione cinese di TikTok sviluppata da ByteDance con sede a Pechino, ha lanciato “dou yi dou” una funzione social basata sulla posizione che consente agli utenti di trovare persone nelle vicinanze scuotendo i loro telefoni, replicando una funzionalità quasi identica a quella che esiste da tempo su WeChat.

“Dou yi dou”, che si traduce approssimativamente come "scuotilo", consente agli utenti di scuotere i loro telefoni e vedere gli altri fare lo stesso nelle vicinanze, quindi aggiungersi a vicenda ai loro elenchi di amici. Funziona in modo simile a “yao yi yao” di WeChat, che ha contribuito a rendere popolare la super app nei suoi primi giorni rendendo facile aggiungere nuovi contatti.

 

douyn.jpeg

 

Per incoraggiare le persone a provare la nuova funzionalità, Douyin ha introdotto una campagna di cinque giorni che consente agli utenti di vincere premi come coupon KFC dopo aver scosso i loro telefoni e fatto amicizia con altri.

Poiché l'app per brevi video è cresciuta in popolarità in Cina, ByteDance ha cercato modi per espandere l'app in nuove aree. Questa è una strategia che ha dato buoni frutti a WeChat, che è cresciuto da una semplice app di messaggistica a una che apparentemente fa di tutto, dai pagamenti mobili alla sua funzione di brevi video lanciata l'anno scorso chiamata Canali.

Kelly Zhang, CEO cinese di ByteDance, ha dichiarato a gennaio che Douyin dovrebbe evolversi da un'app di intrattenimento a una piattaforma social e lifestyle.


Un breve video di cucina pubblicato da un netizen su Tiktok è recentemente diventato un successo sul sito, facendo crescere la popolarità dell'hashtag "Chinesefood" e portando i netizen all'estero a desiderare di avere un assaggio della cultura alimentare unica della Cina.

 

Oltre 70 siti di streaming, società di produzione e associazioni operanti nel settore dei video online si sono uniti per condannare coloro che usano i loro canali per pubblicare clip, sinossi e filmati di reazioni non autorizzati.

In una dichiarazione rilasciata venerdì hanno chiesto il boicottaggio dei video con contenuti protetti da copyright di film e fiction televisive che sono stati rieditati dagli utenti di Internet. I firmatari, che includono le piattaforme di streaming video dominanti iQiyi, Tencent Video e Youku, hanno affermato che avrebbero intrapreso un'azione legale "mirata" e "necessaria" contro i video trovati per includere contenuti non autorizzati.

 

video-fan1.jpg

 

Con la crescita di piattaforme come Bilibili, Kuaishou e Douyin - come è conosciuto TikTok in Cina - molti creatori di contenuti stanno producendo milioni di video basati su fiction e film televisivi. Queste clip best-of, mini recensioni e versioni ridotte di spettacoli e film attirano miliardi di visualizzazioni senza avvantaggiare direttamente le società di produzione dietro di loro.

Questi video violano i diritti d'autore e, in alcuni casi, interpretano erroneamente l'opera originale. La loro proliferazione senza sorveglianza, inoltre, rischia di distruggere gradualmente l'ecosistema dell'intera industria cinematografica e televisiva.

Le aziende hanno chiesto ai creatori di contenuti di chiedere e ricevere l'autorizzazione prima di riprodurre contenuti protetti da copyright su qualsiasi piattaforma, invitando gli utenti a denunciare, eliminare e bloccare tali contenuti, boicottando atti di violazione e salvaguardando così i diritti e gli interessi dell'industria cinematografica e televisiva.

Pagina 1 di 4

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android