in News

Come la guerra in Ucraina sta sconvolgendo la transizione energetica della Cina

Di Pubblicato Maggio 11, 2022

Da quando la Russia ha attaccato l'Ucraina alla fine di febbraio, i prezzi del petrolio greggio e del gas naturale sono aumentati poiché le sanzioni contro il principale esportatore di energia hanno lasciato molti paesi alla ricerca di fonti alternative di combustibili fossili.

 Se la guerra durerà più di sei mesi, i prezzi del greggio potrebbero superare il record registrato durante la crisi finanziaria globale nel 2008, ha previsto Sun Renjin, segretario generale del comitato di esperti della China Petroleum Circulation Association, in una conferenza di metà aprile.

La Cina sta già sentendo la pressione. A marzo, il suo indice dei prezzi alla produzione, che misura le variazioni dei prezzi delle merci circolate tra i produttori, ha registrato un aumento su base mensile dell'1,1%, il ritmo più veloce in cinque mesi. L'indice dei prezzi al consumo del paese, che misura le variazioni dei prezzi di un paniere selezionato di beni di consumo e servizi, è salito dell'1,5% su base annua a marzo, il ritmo più veloce in tre mesi.

Gli esperti della conferenza di aprile hanno stimato che la Cina, il più grande importatore mondiale di petrolio, potrebbe pagare quasi $ 100 miliardi in più per le importazioni di petrolio greggio quest'anno. Quei costi si ripercuoterebbero sulla sua economia.

Ironia della sorte, alcuni affermano che ciò potrebbe rallentare i progressi verso gli obiettivi del "dual carbonio" del paese - raggiungere il picco delle emissioni entro il 2030 e raggiungere la neutralità netta entro il 2060.

 

transizione-energetica1005-2.jpg

 

Pechino ha promosso l'uso del gas naturale - che brucia in modo più pulito del carbone - come parte della sua transizione lontano dai combustibili fossili. La volatilità nel mercato globale del gas potrebbe spingere molti utenti industriali cinesi a fare affidamento sul carbone.

Dalla fine di febbraio, i future sul greggio Brent con consegna a giugno sono passati da $ 90 a ben oltre $ 100, raggiungendo un picco di quasi $ 120 al barile. I futures sul gas naturale TTF olandesi che scadono lo stesso mese e sono un benchmark sul gas naturale, sono passati da meno di 90 euro il giorno prima del conflitto a circa 105 euro ora, con un picco di 211 euro per megawattora.

Anche i costi aggiuntivi legati all'importazione di gas naturale liquefatto (GNL) sono aumentati, accrescendo la pressione. Il 24 aprile, la data più recente per la quale i dati sono disponibili, l'indice globale dei prezzi all'importazione della Cina per il GNL è aumentato del 171% su base annua.

 

transizione-energetica1005-1.jpg

 

L'aumento dei prezzi potrebbe far rallentare la crescita del consumo di gas naturale in Cina al 6% rispetto all'espansione del 12,7% dell'anno scorso, afferma Yang Jianhong, capo ricercatore presso BSC Energy Consulting di Pechino.

E questa è una previsione "ottimista", ha aggiunto Yang, poiché i principali consumatori industriali come quelli delle società di ingegneria, produzione di energia e trasporti sono particolarmente sensibili alle variazioni di prezzo.

Ha dato come esempio i camion che funzionano a GNL. Dal 2018 al 2020, le vendite annuali di tali veicoli in Cina sono passate da 71.000 a 147.000 unità. Tuttavia, ciò è sceso a sole 50.000 unità nel 2021 a causa dei prezzi elevati del GNL. Quest'anno, secondo Yang, le vendite dovrebbero scendere a 30.000 unità.

"Quando i clienti passano ad altre fonti di energia, non tornano facilmente indietro", ha avvertito Yang, aggiungendo che il gas naturale potrebbe essere emarginato.

 

 

Originally published on How the War in Ukraine Is Rattling China’s Energy Transition

Letto 201 volte Ultima modifica il Martedì, 10 Maggio 2022 12:28

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android