Un giorno speciale per i ristoratori della città di Guangzhou.

Dopo il devastante terremoto del 2014 nella contea di Ludian, la maggior parte degli edifici di Guangming erano stati pressoché rasi al suolo.

“Mad World”, film di debutto del giovane regista cinese Wong Chun ha ottenuto il premio come miglior film all’Osaka Asian Film Festival 2017. La pellicola indipendente, in cui recitano Eric Tsang e Shawn Yue, affronta i problemi della malattia mentale e la pressione della vita cittadina esplorando la relazione tra un padre e un figlio.

Il 12 novembre, presso l'ottava cerimonia annuale dei "Governors Awards" presso l'Hollywood & Highland Center a Los Angeles, California, Jackie Chan ha ricevuto un premio Oscar alla carriera.

Secondo il sito web della manifestazione, i premi onorari sono dati per "risultati, i contributi eccezionali alle arti cinematografiche, e il servizio eccellente per l'Accademia durante la loro vita." Nel ricevere il premio, Jackie Chan si unisce ad altre stelle del calibro di Spike Lee, Hayao Miyazaki, e Steve Martin.

L'attore 62enne è noto per le sue arti marziali e le sue doti di attore, e, talvolta, pure canore. Secondo il suo sito ufficiale, Chan ha iniziato la sua carriera di attore all'età di 7 anni mentre frequentava l'Accademia d'arte drammatica cinese, dove ha anche studiato arti marziali, acrobazie, e canto. Dopo il diploma a 17 anni, è entrato nel cinema a Hong Kong come stuntman e a poco a poco è diventato noto per il suo coraggio. A 21 anni, dopo aver fatto lavori saltuari in Australia, ha recitato nel suo primo film importante, "New Fist of Fury". Ma è stato nei suoi successivi blockbuster "Rush Hour" e "Pallottole cinesi", che ha raccolto l'attenzione del pubblico americano. Oltre al suo lavoro in più di 200 film, Chan è anche noto per la sua filantropia. Egli è particolarmente impegnata nelle proprie rganizzazioni, la Fondazione Jackie Chan, che si concentra sull'aiuto dei giovani a Hong Kong, e la Fondazione Dragon Heart, che mira a "soddisfare le esigenze disperate dei bambini e degli anziani nelle zone remote della Cina. "

"Dopo 56 anni nel mondo del cinema, apparendo in oltre 200 film, dopo tanta  fatica, finalmente, questo premio è mio", ha dichiarato Chan tra gli applausi. Oltre a ringraziare Hollywood, la sua famiglia e gli amici, e la sua squadra di stunt, ha anche ringraziato Hong Kong - la sua "tana" - e la Cina per averlo reso "orgoglioso di essere cinese"."Racchiudendo il discorso nel suo tipico stile carismatico, Chan ha interrotto comicamente la band musicale degli Oscar e, infine, ha ringraziato i suoi fan. "Grazie a voi, ho una ragione per continuare a fare film, saltare dalle finestre, dare calci, pugni, rompermi le ossa, grazie mille!" ha detto prima la band riprendesse a suonare.

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android