Anime fumetti e videogiochi. Sono le attività che costituiscono la cosiddetta cultura ACG (anime comics gaming) che sta diventando di tendenza in Cina e sta attirando l'attenzione dei brand del lusso.

 

Canali, il noto marchio di abbigliamento maschile, ha annunciato che collaborerà con il marchio di designer 8ON8 di Li Gong per realizzare una capsule collection per l'autunno 2021.

Canali è una attività a conduzione familiare con una storia di 85 anni. Il CEO Stefano Canali ha dichiarato di avere fiducia che Gong porterà nuove idee al mondo dell'abbigliamento maschile di lusso, reimmaginando il patrimonio e l'eredità del marchio.

 

canali-1.png

 

Con questa azione Canali punta a consolidare la propria posizione nel mercato cinese. Il marchio ha già 42 negozi (di cui 22 sotto controllo diretto) in 10 diverse città cinesi, oltre ad un account Weibo seguito da 374.000 utenti. La partnership con 8ON8 rappresenta perciò il passaggio dal segmento dello streetwear più accessibile al settore della sartoria dedicato.

Una nuova tendenza sta affermandosi tra i consumatori di lusso cinese: la passione per gli snack che stimolano la pelle.

 

Buone notizie per le aziende di cosmetici: la Cina ha emanato un nuovo regolamento sulla supervisione ed amministrazione dei cosmetici che agevola le importazioni dei prodotti cruelty-free nel paese.

 

 crueltyfree1.jpg

 

Il regolamento rimuove l'obbligo di sottoporre i cosmetici stranieri di uso generale come mascara, shampoo e fragranze a test sugli animali all'arrivo nel paese, aprendo il mercato cinese ai produttori. La Francia è stato il primo paese a beneficiare di questi esoneri. L'Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e dei prodotti sanitari ha sviluppato una piattaforma dedicata per consentire ai suoi produttori di ottenere i certificati e le approvazioni necessari per un più facile accesso alla Cina.

La Cina è il secondo più grande mercato al mondo di prodotti cosmetici con oltre 5.400 produttori di cosmetici autorizzati e 1,6 milioni di prodotti registrati nel paese. Fino ad oggi i prodotti non testati sugli animali potevano arrivare ai consumatori cinesi attraverso piattaforme di e-commerce transfrontaliero come Tmall Global. Per combattere una potenziale perdita di affari la società ha annunciato nuovi piani per aiutare il lancio dei marchi occidentali in Cina.

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android