È risaputo comunemente che i britannici hanno inventato un sacco di sport, ma, secondo studi storici approfonditi, le origini di molti dei giochi che conosciamo potrebbero appartenere ai cinesi.

Dimenticate Honour of Kings. In Cina ci sono oltre 500 milioni di mobile-gamers, la maggior parte dei quali, in questi giorni è letteralmente impazzita per un gioco presente sulla piattaforma giochi di WeChat, l’app di messaggistica e non solo di Tencent Holdings.

Game City

in News
Settembre 22, 2016

Nel tentativo di arginare il problema della dipendenza da videogiochi, il governo cinese ha approvato una legge nel 2000, che ha vietato la produzione e la vendita di console di gioco, oltre a tutti gli accessori di gioco. È stato così fino al 2013 dopo di  che il divieto è stato revocato. In questi 13 anni, Microsoft è uscita con Xbox, Nintendo è uscita con Wii e Sony Playstation si è evoluta nella sua 4 ° generazione. Durante questo periodo di rapido sviluppo nel settore dei giochi di console domestiche, i giocatori cinesi hanno potuto solo comprare giochi pirata e attrezzature attraverso canali non convenzionali. Durante questo tempo, la galleria tradizionale è riuscita a sopravvivere in Cina.

Il fotografo portoghese con sede a Pechino Ana Pinto, che è anche un appassionato di videogiochi , ha documentato i portici a Pechino, Shanghai, Guangzhou e altre città, per circa due anni a questa parte. Ana ha iniziato questo progetto in parte per curiosità e sorpresa che tanti portici esistevano ancora in Cina, ma anche in parte per la sua nostalgia per questi luoghi. Molti dei soggetti che Ana avrebbe incontrato sembravano "completamente assorbiti in questo mondo di artificialità colorato e con costante stimolazione degli schermi lampeggianti."

Di solito quando si scattano queste foto, Ana cerca di evitare di interrompere o distrarre i suoi soggetti, ma nelle occasioni in cui è stato notata, ci sono state alcune reazioni interessanti. "Tutto quello che posso dire è che quelli che mi  hanno  vista e l'intenzione era di sorridere  o di cercare di mostrare le loro abilità di ballo," Ana ammette, "ho sicuramente sentito che ai ballerini - più di chiunque altro - è piaciuto essere fotografati. Si sono sentiti speciali. "

In un primo momento, Ana era sorpreso che le sale giochi erano ancora popolari qui, ma dopo aver realizzato che fino a poco tempo prima le console domestiche erano stati vietati, ha compreso. Era anche particolarmente colpito con la popolarità dei giochi di ballo come Dance Revolution, e di come alcune persone usavano giocato il gioco come un modo per tenersi in forma, a volte anche presentandosi alla sala giochi nei loro abbigliamento da palestra. "Sono venuto a conoscenza del gioco di pesca cinese, che viene utilizzato come gioco d'azzardo," Ana ci dice, "e in realtà, alcune gallerie in Cina servono solo come un fronte di tali pratiche illegali, e ho finito per imbattersi in alcuni di essi. "

Ora, con la crescente popolarità delle home console e smartphone, il  mercato della Cina ha inevitabilmente affrontato un certo calo. Ma, da consumatore, Ana ritiene che l'esperienza Arcade è insostituibile e unico. Quando si pensa il suo futuro, lei riflette, "finché ci sono gli appassionati nostalgici, chi lo sa? gli Stati Uniti hanno sperimentato un minor calo d’interesse nei giochi Arcade. È come con le Polaroid e dischi in vinile. La gente li ama. "

Queste foto, oltre a catturare la nostalgia associata con i video giochi della nostra infanzia, attirano anche l'attenzione sulla grande e significativa rilevanza culturale dei videogiochi. La sua serie di ritratti candidi della Città Gioco  esamina il rapporto a volte conflittuale con la tecnologia, ribadendo il nostro impegno incessante con schermi, che lei non "necessariamente percepiscono come una cosa negativa - ma come una forza interessante e inevitabile che darà forma le cose a venire"

Articolo originale e gallery: http://neocha.com/magazine/game-city/

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android