The Captain” è stato uno dei film di maggiore successo della settimana festiva della Cina all'inizio di questo mese.

 

Recensione tratta dal South China Morning Post:

 

Dopo una serie di film redditizi ma accolti freddamente dalla critica, il regista di Hong Kong Andrew Lau Wai-keung torna con un film drammatico ad alta quota. “The Captain” è senza dubbio il miglior lavoro di regia di Lau da anni e questo la dice lunga sulla qualità dei film precedenti: “Revenge of the Green Dragons”, “From Vegas to Macau III”, “The Founding of an Army” e “Kung Fu Monster” , sono stati delle delusioni e perciò il regista aveva bisogno di risollevarsi.

 

thecaptain1.jpg

 

The Captain” è basato sull'eroismo di un pilota – fatto accaduto realmente – che fece atterrare miracolosamente un aereo di linea dopo la rottura del veto della cabina di pilotaggio mentre sorvolava l'altopiano tibetano nel maggio 2018. Il film offre una chiara rappresentazione di quel disastro evitato, anche se sembra un po' senz'anima.

 

Zhang Hanyu interpreta Liu Changjian, pilota coraggioso che faceva volare bombardieri per l'aviazione cinese. Il giorno in cui dovrebbe festeggiare il compleanno di sua figlia, Liu sta è ai comandi del volo della Sichuan Airlines che incontra un drammatico imprevisto sulla rotta da Chongqing verso Lhasa in Tibet. Quando una parte del parabrezza esplode, il suo copilota (interpretato da Ou Hao) viene quasi risucchiato dall'abitacolo.

 

Non dovrebbe sorprendere gli appassionati di disaster movie che le scene della crisi ad alta quota in The Captain siano molto più accattivanti di quelle a terra, in cui ogni dialogo e ripresa ha il sapore di cliché e inserito solo per effetto. L'approccio sinfonico di Lau nel mostrare quasi ogni membro dell'equipaggio, passeggero, membro del personale di terra e personale del centro di controllo del traffico aereo durante tutto il calvario all'inizio è dinamico, ma diventa rapidamente noioso.

 

b8d85651dbb528400dfd24f1fbce3a01a9d3d32b_size2265_w3000_h2000.jpg

 

Zhang, veterano dei ruoli militari, è ben inserito nel ruolo di protagonista, mentre Yuan Quan aggiunge gravitas inaspettate nel suo ruolo di responsabile dei servizi a bordo che mantiene tutti al sicuro e calmi. Nonostante i flirt insignificanti a cui Lau sottopone alcuni dei suoi personaggi, il film riesce in gran parte a rappresentare come una squadra di volo perfettamente professionale sia la chiave per evitare un disastro.

Tre film patriottici in testa alla classifica degli incassi al botteghino cinese.

Il film, in concorso al Festival di Cannes nel 2018, narra dell'amore appassionato tra una ballerina e un gangster di una povera città industriale cinese.

L’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano è lieto di annunciare che, in occasione della 29° edizione del Festival del Cinema africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, sbarca a Milano, per la prima volta, il Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival. Si concretizza, grazie alla ormai consolidata collaborazione dell’Istituto Confucio con Marco Müller, direttore del Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival, questa ulteriore collaborazione con il FESCAAAL.

Pagina 1 di 5

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android