Prato - La generosità ed il cuore di tutti è sorprendente, a pochi giorni dal lancio della campagna “ Emergenza corona virus aiutiamo l’Ospedale” lanciata dalla Fondazione AMI Prato, sono stati raccolti oltre 240.000 Euro di cui 110.723 con Gofundme e 132.000 attraverso la modalità bonifico bancario.

L’obiettivo di 100.000 Euro è stato quindi ampiamente raddoppiato e le donazioni continuano ogni giorno. I fondi sono destinati ai reparti di terapia intensiva e malattie infettive dell’Ospedale.

I donatori sono cittadini, Associazioni, Imprenditori, Studi Legali, professionisti, Aziende, un elenco infinito di testimonianze di solidarietà e vicinanza agli operatori sanitari

“Una cifra importante – ha sottolineato Daniela Matarrese, direttore del Santo Stefano di Prato. Giorno dopo giorno, ora dopo ora abbiamo ricevuto tante dimostrazioni di solidarietà che supportano i nostri operatori nel loro lavoro. Ringrazio a nome dell’Azienda Sanitaria tutti coloro che con il proprio contributo hanno donato per sostenere le nostre strutture in questo momento delicato.”

La Fondazione AMI ha già acquistato alcuni strumenti e dispositivi necessari per fronteggiare il Covid-19. Stanno consegnando, al momento 5 respiratori, saturimetri, pulsossimetri e dispositivi di protezione: guanti sterili,mascherine, visiere, tute monouso ecc…

 

Come sostenere la campagna

Online: con carta di credito attraverso il portale gofundme

Offline: con bonifico bancario

IT80J0306921531100000005960

Banca Intesa San Paolo, conto intestato a Fondazione AMI Prato

Inserire nella causale del bonifico "coronavirus"

Progetto finanziato dalla Regione Toscana sul DD relativo agli interventi sulla sicurezza urbana integrata.

Progetto finanziato dalla Regione Toscana sul DD relativo agli interventi sulla sicurezza urbana integrata.Il progetto, elaborato da da CUT Circuito urbano temporaneo, Ricilclidea e dal servizio politiche giovanili del Comune di Prato è dedicato al quartiere del Soccorso a Prato.


La Città Continua è un progetto che aspira alla creazione di un modello culturale che parta dalla periferia urbana; protagonista di questo grande sogno è il quartiere del Soccorso a Prato, uno dei più complessi della città, caratterizzato da un’elevata densità abitativa, sviluppata principalmente durante il boom economico degli anni ’50 e da insediamenti di comunità di diverse nazionalità.

L'attività di rigenerazione urbana è iniziata da circa due anni, sostenuta dalle associazioni CUT Circuito Urbano Temporaneo e Riciclidea e dai cittadini del comitato di quartiere, che hanno lavorato con le scuole e con gli abitanti della zona, alla riappropriazione del grande giardino del quartiere, Il giardino di prossimità, uno spazio per anni abbandonato all'incuria e al degrado, trasformandolo in una specie di agorà, uno spazio che assecondi le relazioni sociali e luogo generatore di pratiche di cittadinanza attiva e riappropriazione del bene comune.

 

Schermata 2020-03-11 alle 16.20.55.jpg

 

Questo nuovo progetto, elaborato da da CUT Circuito Urbano Temporaneo, da Riciclidea e dal servizio politiche giovanili del Comune di Prato è finanziato dalla Regione Toscana sul DD relativo agli interventi sulla sicurezza urbana integrata.

Un punto fondamentale del progetto sarà la presenza della mediazione culturale, che permetterà il coinvolgimento delle numerose comunità straniere presenti al Soccorso, cercando di abbattere le barriere linguistiche e sociali, favorendo un’interazione che diventi seme di comunità.

ll progetto mira creare un modello di riqualificazione sostenibile, riproponibile anche in altri contesti grazie alla sua natura di indagine territoriale e di adattabilità degli strumenti intesi come azioni replicabili e modellabili. Sarà attivato per tutti i mesi di attività un monitoraggio in forma di questionario che rilevi la percezione di sicurezza nel quartiere, le potenzialità e le criticità dei luoghi e la presenza attiva dei cittadini.

Tra gli interventi infrastrutturali previsti dal progetto figura come valore aggiunto l’installazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica presso i Giardini di Prossimità, dietro le scuole Collodi, verde pubblico restituito alla città grazie a residenze artistiche e cittadinanza attiva.

 

comunicazione_simoneridiphoto-6.jpg

 

ATTIVITA'

(on line fino a quando sarà necessario)

Laboratorio cinematografico

Call pubblica per giovani creativi Under 35

Il progetto prevede un percorso formativo orientato alla realizzazione di un documento video che trovi connessione tra il passato e il presente del quartiere Soccorso di Prato, focalizzato su sicurezza, confronto e coesione sociale.

Il laboratorio sarà condotto da Andrea Foligni e Gabriele Marco Cecchi.

Gli incontri che inizieranno in modalità ON LINE inizieranno il 3 aprile con la Presentazione di docenti e partecipanti ed avranno la seguente programmazione: Presentazione di docenti e partecipanti e prima esplorazione del soggetto da trattare. 3, 17, 24 Aprile, 8, 15, 22 Maggio chiusura lavori (compreso montaggio finale).


Per avere maggiori informazioni sulle attività del laboratorio e per iscriverti, scrivici o chiamaci:
Stefania Rinaldi – 3293233936 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Residenze Artistiche 2020

a cura di Stefania Rinaldi


Call pubblica per artisti coordinata da CUT | Circuito Urbano Temporaneo che prevede azioni di partecipazione e coinvolgimento attivo delle comunità presenti nel quartiere, allo scopo di favorire l'aggregazione spontanea e i processi di condivisione. La residenza avrà caratteristica interdisciplinare in quanto pensata per la creazione di un team che attui, in collaborazione con la rete di associazioni e gruppi locali, un processo di conoscenza dei linguaggi multi-culturali, radicamento e azione.

Scadenze e tempistica residenze:

Le candidature dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 5 Aprile 2020.

I nomi dei vincitori saranno resi pubblici entro il 10 Aprile 2020.

Il periodo di residenza sarà indicato al momento in cui sarà possibile farlo.

La mostra si terrà intorno alla fine di giugno (la data verrà comunicata durante la residenza).

Sono in bando 3 residenze con premio di produzione di 1500 euro lordo ciascuno


Aprile/Ottobre 2020

Programma radio a cura di Fango Radio.

la radio racconterà le storie di quartiere.

Laboratorio permanente di Quartiere

(sperimentazione in sei mesi di attività): Scambio costante tra le pratiche artistiche e artigiane legate ai diversi paesi di provenienza dei partecipanti, guidato dagli artisti in residenza e cittadini attivi.


DAL 26 GIUGNO al 3 LUGLIO 2020

FESTIVALPratoCity2020//Quartiere Soccorso

SECONDA EDIZIONE

a cura di CUT | Circuito Urbano Temporaneo


La manifestazione avrà la forma di un festival diffuso, con una mostra di restituzione delle residenze, una serie di talk e laboratori concentrati nell'area periferica del Quartiere Soccorso, oggetto del nostro lavoro da circa due anni e hub multiculturale. Il festival racconterà nuove pratiche di rigenerazione con il mezzo culturale, creazione di comunità attraverso residenze artistiche e laboratori di buone pratiche condotti nella periferia di Prato come modello sperimentale di un nuovo modo per affrontare il tema della sicurezza urbana. Il Festival diffuso sugli spazi inutilizzati del quartiere si compone di una mostra frutto della presenza degli artisti invitati in residenza nei mesi di aprile e maggio presso il Quartiere Soccorso di Prato e la loro connessione con la realtà del luogo e dei suoi abitanti, grazie anche alla presenza di mediatori culturali che attiveranno una connessione con le numerose etnie presenti.


Saranno presentati una serie di eventi:


Costruzione Urban Jungle Sistem, frutto del Master “futuro vegetale” di Stefano Mancuso.


Presentazione della co-progettazione del progetto Start Park, il quartiere soccorso come modello di resilienza per la mitigazione dei cambiamenti climatici attraverso strutture verdi e blu e gestione sostenibile delle acque, di Iridra con la collaborazione di Codesign Toscana.


27 GIUGNO 2020

“La Città Continua | esperienze di rigenerazione urbana come modelli culturali e attivatori di comunità” . Saranno invitate le realtà legate ai temi di rigenerazione urbana per raccontare la loro esperienza e i risultati legati alla sicurezza urbana in progetti culturali.


Talk con realtà innovative e indipendenti.


Presentazione documentario frutto del laboratorio di cinema attivo nel Quartiere Soccorso.


Passeggiate di quartiere | racconti, memoria, futuro della periferia urbana


Opening Party Soccorso

Luglio/Settembre 2020

EVENTI ESTIVI

(date da stabilire)


Prato Scambia | scambio semi 2020 - Terza Edizione: giornata di Scambio semi e buone pratiche


Animation Light Project – Mapping Notturno a cura di Elena Degl'Innocenti

Cena condivisa di quartiere, con momenti di aggregazione spontanea, festa di quartiere con giochi di strada

Laboratori con le scuole di quartiere


Laboratori “COSTRUIRE NUOVE ARCHITETTURE: trasparenze, bianco e nero per il quartiere che vorrei” a cura di Elena Sanesi di Riciclidea Prato rivolto agli istituti comprensivi vicini ai luoghi del quartiere con il coinvolgimento di 10 classi (250 alunni). Scuole coinvolte: IC. Primo Levi (scuola primaria Laura Poli) e IC. Curzio Malaparte ( scuola primaria Carlo Collodi) - I laboratori mirano a favorire la socialità e la cooperazione tra i bambini per un progetto comune.Sono previsti incontri di formazione per le insegnanti sui temi legati all'inclusione con il mezzo creativo. Proprio le classi delle scuole e i docenti,saranno coinvolte attivamente nelle attività con laboratori e workshop. Il percorso prevederà il coinvolgimento degli insegnanti prima in momenti formativi e di tutti gli alunni e delle loro famiglie in un secondo momento per diventare presenza attiva nel quartiere, presidiare gli spazi e rivivere i luoghi durante tutte le ore della giornata.


Monitoraggio sul Quartiere

(on line fino a quando sarà necessario)

Marzo/Ottobre 2020

a cura di CUT | Circuito Urbano Temporaneo, Riciclidea Prato e Comitato di riqualificazione del Soccorso

Questionario ( da compilare anche on line) cittadino di valutazione e nuove proposte, in collaborazione con il comitato di quartiere, schede di monitoraggio singola attività.

Ottobre 2020

Presentazione dell' “Archivio della memoria della periferia urbana”- Digitalizzazione della mappatura e dell'archivio realizzato durante il progetto Quartiere Soccorso | Suburb's Narration, vincitore del Toscanaincontemporanea 2019

Incontro cordiale all’insegna dell’amicizia, quello tra la vicepresidente della Commissione II e consigliera regionale (PD) Ilaria Bugetti, e i rappresentanti di tre associazioni di cittadini cinesi che hanno la loro sede a Prato, per sottolineare l’impegno di tanti cinesi residenti in Toscana che durante il capodanno cinese hanno portato soccorso e aiuti di prima necessità, oltre a migliaia di mascherine, nelle aree della Cina colpite dal coronavirus e che sono poi rientrati in Italia, dove hanno svolto la quarantena volontaria. Si tratta dell’Associazione Generale Ramuion Italia, presieduta da Luca Zhou Long, dell’Associazione Giovani Imprenditori Europei, rappresentata dal vicepresidente Flavio Hu e dell’Associazione Impresa Fujianese in Italia, presieduta da Lai Yong Rong. All’incontro hanno partecipato anche il segretario di Ramunion Italia Luigi Xienong Yu, insieme a Fracensco Rotunno e Alberto Gaiffi, entrambi membri di Ramunion.

 

“Desidero sottolineare – ha affermato la consigliera ragionale Ilaria Bugetti – la prova di serietà che la comunità cinese ha dimostrato a Prato durante le prime fasi dell’emergenza coronavirus, ricorrendo diffusamente alla quarantena volontaria, che per fortuna al momento non ha portato ad alcun caso di Covid-19 non solo all’interno della comunità ma più in generale sul nostro territorio. E credo si debba un plauso a quanti, membri di queste associazioni, si sono adoperati nella madrepatria durante il capodanno cinese per portare aiuti alle popolazioni principalmente colpite. Ho avuto un proficuo scambio di corrispondenza con il Console Generale Wang Wengang e desidero condannare ogni gesto o forma di razzismo contro la comunità”.

 

Da parte sua Luca Zhou Long, presidente Ramuion Italia, ha ringraziato la consigliera Bugetti, alla quale ha donato un libro sulle principali attività in campo sociale e culturale dell’associazione nazionale che ha sede a Prato: “Siamo e ci sentiamo parte integrante della comunità italiana e pratese – ha chiosato Zhou Long – e siamo certi che un proficuo spirito di collaborazione, a tutti i livelli, unito alle norme comportamentali da seguire individualmente, sia il miglior antidoto non solo contro il virus ma anche e soprattutto contro i suoi effetti nefasti, sia in campo economico sia per certe degenerazioni razziste che auspichiamo siano stati episodi isolati”.

Pagina 1 di 14

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android