Procedono i lavori per la costruzione del Guangzhou Evergrande Building, casa del Guangzhou Evergrande, che punta a diventare lo stadio di calcio professionistico più grande del mondo.

 

Progettato dall'architetto Hasan A. Syed, l'edificio avrà l'aspetto di un fiore di loto fiorito, per richiamare il soprannome di “città dei fiori” con cui è nota Guangzhou, ed avrà una superficie di 150.000 metri quadrati con una capacità di 100.000 spettatori.

 

20200417-The18-Image-Biggest-Football-Stadium.jpg

 

Con queste dimensioni la casa della squadra di Super League Cinese Guangzhou Evergrande supererà la capacità del Camp Nou di Barcellona, diventando lo stadio di calcio professionistico più grande del mondo.

 

Guangzhou-Evergrande-.jpg

 

I lavori per il complesso, che include oltre allo stadio un campo sportivo, dovrebbero essere completati entro la fine del 2022, così che lo stadio possa ospitare la cerimonia di apertura della AFC Asian Cup del 2023.

 

2807723-57919488-2560-1440.jpg

 

Con la costruzione del Guangzhou Evergrande Building, su cui saranno investiti investiti 12 miliardi di RMB, il Guangzhou Evergrande sarà ulteriormente rafforzata: nell'ultimo decennio la squadra ha dominato il calcio cinese, vincendo otto degli ultimi nove titoli della Super League Cinese, e due volte la AFC Champions League.

I musei cinesi stanno riaprendo al pubblico, ma molte mostre che erano state spostate online sono ancora visibili.

Queste sono le sei più interessanti.

 

mostr 1.jpg

 

An ode to the Time-Honored Architecture

Jiushi Art Museum – Shanghai

 

Situato al sesto piano di un moderno edificio in stile rinascimentale al n. 27 del Bund, lo Jiushi Art Museum si è aggiunto relativamente di recente ai luoghi dell'arte di Shangai. Ospita mostre che ruotano intorno ai cambiamenti storici del Bund di Shanghai, ed è così anche per la mostra attuale “An ode to the Time-Honored Architecture”, una raccolta di dipinti di edifici storici nella moderna Shanghai.

 

mostr 2.jpg

 

Museo del Palazzo – Pechino

 

Il Museo del Palazzo di Pechino è la massima espressione dell'architettura tradizionale cinese. Rimasto chiuso negli ultimi tre mesi a causa dell'epidemia di coronavirus, il Palazzo ha riaperto al pubblico, ma resta ugualmente visitabile online: oltre al tour panoramico virtuale del palazzo è possibile gustarsi la collezione digitalizzata degli oltre 400.000 manufatti imperiali.

 

mostr 3.jpg

 

40 Years of Humanizing Technology

Shenzhen

 

La prima rete di computer è stata accesa appena 50 anni fa, ed oggi oltre 4,5 miliardi di persone sono connesse ad Internet. La mostra “40 Years of Humanizing Technology”è stata progettata dalla Central Academy of Fine Arts di Pechino, dalla Design Society e da Ars Electronica e raccoglie opere di artisti che esplorano l'influenza della digitalizzazione sul pensiero, il processo decisionale, l'industria e le infrastrutture di governo.
Allestita a Shenzhen la mostra è stata prorogata fino all'11 ottobre, ma in linea con il suo tema è fruibile anche dai visitatori virtuali.

 

mostr 4.jpg

 

Art is Still Here: A Hypothetical Show for Closed Museum

M Woods – Pechino

 

Allestita dal museo M Woods di Pechino,“Art is Still Here: A Hypothetical Show for Closed Museum” più che una mostra è un insieme di mostre passate di artisti come David Hockney, Lu Yang e Andy Warhol.
È fruibile sui social tradizionali come Weibo, WeChat e Instagram, ed inoltre può essere visitata anche dai giocatori di “Animal Crossing”.

 

mostr 5.jpg

 

Art Central

Hong Kong

 

Quelle dell'Art Central di Hong Kong sono mostre di importanti artisti contemporanei esposti insieme a nomi affermati del mondo dell'arte. Sebbene annullata, l'edizione 2020 non è andata completamente perduta: molte delle opere sono disponibili online, come quelle dell'illustratore della Disney KAWS, oppure le astrazioni geometriche di Peter Yuill.

 

mostr 6.jpeg

 

Buddha's Light of Wei e Tang Dynasties: The Essence of Cultural Relics from Longmen Grottoes

Museo del Guangdong – Guangzhou

 

Le Grotte di Longmen ospitano decine di migliaia di statue del Buddha Shakyamuni e dei suoi discepoli, e sono uno dei migliori esempi di arte buddista cinese.
Il sito si trova a 12 km a sud dell'attuale Luoyang nella provincia di Henan e nel 2000 è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. La mostra ospitata al Museo del Guangdong ospita 85 pezzi insieme a dipinti scolpiti nella pietra e a modelli stampati in 3D, e, per chi volesse andarci di persona, sarà aperta fino ad agosto.

In occasione della Giornata dei bambini (1 giugno), i centri commerciali di solito organizzano spettacoli di clown o mascotte giganti, ma quest'anno, a Guangzhou, si è voluto puntare su un altro tipo di spettacolo.

 

I clienti di un centro commerciale del capoluogo del Guangdong hanno assistito ad una sfilata improvvisata di trichechi. Uno spettacolo che non ha mancato di indignare i netizen. Alcune foto pubblicate su Weibo mostrano un tricheco circondato da spettatori al secondo piano del Grandview Mall,  che si trova nel quartiere Tianhe, e ospita anche il controverso Grandview Aquarium.

 

walrus1.jpg

 

 

A causa delle recensioni negative dei clienti in seguito a questo spettacolo, il centro commerciale ha raggiunto un punteggio di 2,2 / 5 su Google e molti netizen hanno chiesto un boicottaggio per le pratiche e le condizioni riscontrate all'interno dell'acquario. Un commentatore su Weibo ha scritto: "Il Grandview Aquarium è davvero disgustoso, ci sono notizie di abusi sugli orsi polari". Un altro netizen ha aggiunto: "Un luogo famoso per la crudeltà verso gli animali".

 

Le controversie del centro commerciale risalgono al febbraio 2016, quando l'acquario venne criticato per l'acqua sporca della vasca del beluga, per la presenza di una cernia morta che galleggiava in una vasca e per le ridotte dimensioni dello spazio dedicato allo squalo balena. Animals Asia, un'organizzazione per la salvaguardia degli animali con sede a Hong Kong, dichiarò all'epoca che le condizioni del Grandview Aquarium erano "terribili" e descriveva l'attrazione come una "prigione per animali".

 

walrus.jpg

 

Anche il recinto dell'orso polare dello zoo suscitò proteste da tutto il mondo lo stesso anno. Soprannominato "l'orso polare più triste del mondo" da numerosi media e gruppi per i diritti degli animali, l'orso "Pizza" fece notizia nel giugno 2016, quando emersero video che mostravano il grande animale artico che viveva in condizioni spaventose. Il video diffuso richiedeva il boicottaggio della struttura e portò alla creazione di una petizione online per chiedere la chiusura dell'acquario.

 

polar-bear-pizza-in-a-mall-e1471323460680.jpg

 

I trichechi sono mammiferi che hanno il loro habitat naturale vicino al circolo polare artico e di solito trascorrono due terzi della loro vita in acqua. Secondo la China Cetacean Alliance, che ha anche commentato il post, i trichechi presenti in Cina vengono "catturati in natura in Russia". Vivere in un acquario è tutt'altro che il loro habitat naturale ideale, figuriamoci passeggiare per un centro commerciale a Canton.

Pellicola isolante, integratori a base di erbe e etichette dei prezzi: tutti oggetti d'ispirazione al design.

Pagina 1 di 3

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android