in News

Perché chi ha tatuaggi è ancora malvisto in Cina

Di Pubblicato Ottobre 15, 2020

Il tema dei tatuaggi torna ad essere discusso in Cina dopo l'intervento delle autorità di Lanzhou.

 

Ad agosto il governo locale di Lanzhou, una città nella provincia di Gansu, nel nord-ovest della Cina, ha implementato una regola sul divieto dei tatuaggi, ordinando ai tassisti di rimuoverli in modo permanente; un autista ha protestato in un forum governativo online, riaccendendo la discussione sull'accettazione o meno dei tatuaggi in Cina.

 

22china-tattoo-1-videoSixteenByNineJumbo1600.jpg

 

Sebbene in alcune realtà come Shanghai i tatuaggi stiano affermandosi come un'arte, l'opinione prevalente è che i tatuaggi abbiano connotazioni negative, e questo è dovuto a motivi di ordine storico e culturale.

 

In Cina fare disegni sul corpo è considerato contrario ai valori confuciani di pietà filiale e di rispetto del corpo: il corpo è stata dato dai propri genitori e devono perciò essere evitate le pratiche che lo possano danneggiare, tra cui appunto i tatuaggi; inoltre essi erano usati come marchio visibile per identificare le minoranze etniche, oppure per punire criminali e schiavi.

 

150821105051-china-tattoo-tease-image-super-tease.jpeg

 

Per alcuni gruppi etnici infatti portare tatuaggi aveva un significato preciso, indicando ad esempio che le ragazze avevano raggiunto la pubertà: sebbene i cinesi Han non considerassero criminali questi gruppi, li ritenevano però incivili, anche a causa di questa tradizione. La cattiva opinione si è conservata anche dopo l'ascesa del Partito Comunista, che ha criticato i tatuaggi come tutte le altre pratiche culturali associate alle minoranze.

 

Oggi la percezione sui tatuaggi sta cambiando, soprattutto tra i giovani, e nonostante gli sforzi del governo. I giovani infatti vedono sui media sportivi e celebrità tatuati, e associano perciò i disegni ad idee di fama e successo.

 

84c2fa98-30ab-11e8-9019-a420e6317de0_1280x720_151507.jpg

 

Sebbene il governo stia impegnandosi a frenare la popolarità di queste pratiche, bandendo dalla televisione le star o invitando gli sportivi ad indossare divise a maniche lunghe che coprano i disegni, è molto probabile che questi sforzi non avranno l'effetto sperato e non riusciranno ad impedire l'accettazione sociale dei tatuaggi.

Letto 10426 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android