in News

La popolazione di Shanghai si divide su come gestire i gatti randagi

Di Pubblicato Settembre 11, 2020

I gatti sono ovunque a Shanghai, e quasi non c'è parco pubblico o complesso di abitazioni che non abbia il proprio branco di randagi. L'impressione di vedere gatti ovunque è confermata dalle stime delle autorità locali, che ipotizzano che possano esserci fino a 3 milioni di gatti nella città, il che significa circa 20 per ogni comunità residenziale.

 

L'alto numero di gatti sta dividendo la popolazione di Shanghai, tanto da fare del tema di come gestire gli animali una priorità per il governo locale.

 

412.jpg

 

Se da una parte ci sono amanti degli animali che curano amorevolmente i randagi, arrivando a spendere centinaia di yuan al mese per nutrirli, molti altri residenti dei condomini di Shanghai sono infastiditi dalla presenza degli animali tanto da arrivare ad attaccare i volontari che se ne prendono cura.

 

I detrattori dei gatti si lamentano del rumore, dei graffi e della presenza di randagi morti nei parcheggi condominiali, e sono contrari a che siano accuditi per timore che ne arrivino altri. Inoltre, quando durante la pandemia di COVID-19 si sono diffuse voci sulla possibilità che i gatti fossero vettori della malattia, la contrapposizione si è irrigidita ulteriormente.

 

416.jpg

 

Per calmare gli animi è intervenuto lo Shanghai Center for Animal Disease Control, che ha studiato una app mobile per ridurre qualsiasi minaccia per l'ambiente urbano causata dai gatti randagi.

 

La app si propone di collegare in rete volontari, comitati residenziali, veterinari e centri di adozione al fine di sterilizzare gli animali: il volontario registra sull'app il luogo e l'ora dell'avvistamento del gatto, dando così la possibilità alle autorità di organizzare la sterilizzazione. Il Centro ha previsto che l'app debba raggiungere i 50.000 download all'anno per funzionare in modo ottimale, ma al momento è difficile trovare volontari per testarla.

 

414.jpg

 

La principale perplessità dei volontari riguarda lo scarso impegno economico da parte delle autorità: i costi per sterilizzare i gatti sono elevati e non riescono ad essere coperti completamente con le raccolte fondi organizzate dalle associazioni animaliste, e richiederebbero perciò un contributo pubblico.

 

Non è possibile sapere come si muoverà il governo di Shanghai, sebbene sia evidente che intenda intervenire sulla questione con una certa urgenza: ha infatti indicato come prioritario il progetto municipale per revisionare le normative locali e rendere i funzionari responsabili della cattura, protezione, reclamo e adozione di gatti randagi e senza proprietari.

 

Letto 15524 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android