in News

La Grotta della Musica di Yungang può essere visitate senza andare in Cina grazie alla stampa 3D

Di Pubblicato Luglio 03, 2020

Quasi 4 anni di lavoro e più di 55.000 foto: questi numeri danno la misura dell'impegno messo in campo dall'Università di Zhejiang e dall'Istituto di ricerca sulle grotte di Yungang per ricreare una replica 3D della Grotta n.12 del complesso archeologico delle Grotte dello Yungang.

 

Le Grotte di Yungang sono capolavori dell'arte buddista cinese risalenti a 1.500 anni fa e sono situati a Datong, nella provincia dello Shanxi nella Cina Settentrionale.

 

FOREIGN202006301023000483917226247.jpg

 

Adesso, la Grotta n.12 del complesso potrà essere visitata senza recarsi nell'area, grazie ad una replica 3D in scala 1:1, che è stata completata di recente, e che può essere trasportata e assemblata fuori dalla provincia.

 

La riproduzione è composta da 110 blocchi di due metri cubi, ciascuno del peso di circa due tonnellate, disposti su sei livelli, che possono essere spediti con otto container standard ed essere assemblati in una settimana.

 

La Grotta n.12 è profonda 14 metri, larga 11 ed alta 9, ed è scolpita con ricche immagini di figure celesti e strumenti musicali che rappresentavano la prima orchestra sinfonica reale nell'antica Cina: per questa ragione è conosciuta anche come la Grotta della Musica.

 

FOREIGN202006301023000507712663955.jpg

 

La complessità delle tecniche di scultura hanno reso difficoltoso ed impegnativo il processo di riproduzione, costringendo gli scienziati a forzare le tecniche di stampa 3D ai limiti delle possibilità tecniche.

 

I primi problemi sono sorti al momento di fare la scansione delle superfici, e poi in fase di elaborazione dei dati raccolti: i dati erano così numerosi che gli scienziati hanno dovuto suddividere la grotta in blocchi, da combinare successivamente.

 

FOREIGN202006301023000507349773030.jpg

 

Per realizzare questo passaggio, tuttavia, hanno dovuto adattare una stampante speciale, perché non esistevano precedenti esempi di stampa della stessa qualità richiesta.

 

Anche per la colorazione il team ha dovuto abbandonare le tecniche di colorazione 3D, perché i risultati non erano all'altezza degli standard voluti. Per colorare la Grotta della Musica è stata usata la colorazione artificiale, che ha permesso di riprodurre le tonalità brillanti che la grotta aveva dopo essere stata ultimata.

Letto 3785 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android