Il rapper F.U.L.A: «Ero troppo alto per la breakdance, e allora mi sono messo a scrivere canzoni»

Di Pubblicato Maggio 09, 2020

Ultimo di 12 fratelli, Oumar Sall è partito bambino dal Senegal con la madre Fatima. Cresciuto in Calabria, prima per lui è arrivata la serie A di pallavolo a Piacenza, poi la vera passione: la musica afrobeat (e il Maldafrica)

 

Ha scelto di chiamarsi F.U.L.A. per omaggiare l’etnia di origine senegalese dalla quale proviene, Fulani, ma anche per l’acronimo Free United Lands of Africa, che si è creato su misura perché è un panafricanista convinto. Ma torniamo indietro nel tempo, all’inizio degli anni Novanta.

 

Continua a leggere: https://www.nuoveradici.world/articoli/il-rapper-oumar-f-u-l-a-sall-con-la-mia-musica-non-volevo-raccontare-limmigrazione-in-italia-ma-far-conoscere-casa-mia/

Letto 648 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Maggio 2020 08:45

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android