in News

Il 4 aprile la Cina commemora le vittime di COVID-19 con un giorno di lutto nazionale

Di Pubblicato Aprile 03, 2020

La Cina ha stabilito una giornata di lutto nazionale per le vittime dell'epidemia di COVID-19 per domani 4 aprile. Per tutto il giorno le bandiere sventoleranno a mezz'asta nel paese e nelle ambasciate di tutti i paesi e saranno sospese le attività ricreative pubbliche; alle 10 del mattino saranno osservati tre minuti di silenzio mentre suoneranno le sirene di aeroporti, auto, treni e barche.

 

La data scelta è particolarmente significativa: il 4 aprile infatti cade la tradizionale Festa di Qingming (nota anche come il Giorno degli Antenati o Giorno della Pulizia delle Tombe), che viene celebrata 104 giorni dopo il solstizio d'inverno ed è il giorno in cui il popolo cinese ricorda ed onora i propri antenati, i familiari defunti e gli eroi e martiri nazionali.

 

1b2a78700cdc88e9de64acc9c2efafe2.jpg

 

Quello di martire è il più alto titolo onorifico del Partito Comunista Cinese e del Paese ed è assegnato a cittadini che coraggiosamente sacrificano la propria vita per la nazione e per la società.

Sono stati riconosciuti ufficialmente 14 martiri per il coronavirus, tra i quali il dottor Li Wenliang, che è stato tra i primi a segnalare la nuova epidemia venendo rimproverato dalla polizia locale.

Li Wenliang è morto a 34 anni il 7 febbraio per aver contratto il coronavirus.

Letto 3121 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android