in News

L'intelligenza artificiale di Alibaba al servizio degli allevamenti suini

Di Pubblicato Settembre 06, 2019

Alcune aziende tecnologiche, tra cui Alibaba, stanno investendo nell’agricoltura intelligente per arginare il fenomeno della febbre suina che sta affliggendo la Cina.

Le carenze dell'agricoltura su piccola scala, aggravate dalla diffusione della peste suina, minacciano l’esistenza degli allevamenti suini in Cina. Il passaggio a operazioni su larga scala potrebbe migliorare l'efficienza, ma le strutture più grandi sono ancora più vulnerabili alle malattie.

Mentre l'epidemia di peste suina africana continua a diffondersi in Cina, le aziende tecnologiche si stanno muovendo nel settore agricolo per prevenire problemi come questi. Le big tech puntano a standardizzare i set di dati e i sistemi contenenti dati sugli animali per arrestare i futuri focolai di influenza suina.

Gli esperimenti su larga scala sono stati fatti con le fattorie a più piani. Nel 2018 è stata creata un'infrastruttura di 13 livelli nella zona montana dello Yaji da parte della società agricola Guangxi Yangxiang. Ogni piano contiene 1.000 maiali. Tuttavia, questi sistemi sono costosi, in gran parte a causa delle tecniche di prevenzione necessarie per fermare la diffusione della malattia tra i suini.

Hub of China” ha condotto 30 interviste individuali con agricoltori che hanno oltre 20 anni di esperienza nell'agricoltura nella provincia del Sichuan. Essi hanno elencato le principali preoccupazioni per le attuali pratiche agricole come: la diffusione di malattie; l'aumento del 30% negli ultimi 10 anni dei costi di allevamento dei suini (accelerato dall'aumento dei costi di terra e cibo); la mancanza di efficienza nel rilevare la gravidanza dei suini; e rifiuti prodotti dagli allevamenti, che contribuiscono fortemente all'inquinamento delle acque sotterranee. Il 70% degli agricoltori intervistati ritiene che le loro attuali tecniche agricole non siano economicamente sostenibili entro il prossimo decennio.

 

chinapigfarm 1.jpg

 

Monitoraggio in tempo reale

Alibaba pensa che la risposta ai problemi espressi dagli agricoltori sia la tecnologia AI. La tecnologia basata sull'intelligenza artificiale aiuta gli agricoltori a monitorare i suini in tempo reale tramite dispositivi di riconoscimento visivo e vocale. Il programma può rilevare un esemplare malato molto più velocemente degli osservatori umani; il software ascolta la tosse, che, insieme alle letture della temperatura a infrarossi, funge da meccanismo di rilevazione precoce per le malattie. In base alle loro condizioni, l’AI raccomanderà le possibili cure per il maialino colpito.

Il sistema è anche in grado di riconoscere l’appartenenza di ogni cucciolo alla propria madre, come sono nati (parto naturale rispetto al taglio cesareo), per quante ore dormono e persino quanto è felice un maiale, in base alla quantità di tempo che interagisce con i giocattoli collegati nel suo ambiente. Questa tecnologia si impegna per l'intero ciclo di vita del maiale. La società sostiene che ciò limita la diffusione delle malattie, aumenta l'efficienza della supervisione degli animali, riduce i costi e migliora il benessere degli animali.

Alibaba afferma che la sua tecnologia consentirà agli agricoltori di tre maialini in più per ogni scrofa all'anno, portando il totale a 32 suini per scrofa all'anno, una metrica standard per la produzione di carne di maiale. Questo sarebbe un grande salto e metterebbe le fattorie cinesi alla pari dei migliori del mondo.

Letto 1028 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android