in News

Come i Millennial cinesi hanno rivoluzionato il mercato del lusso

Di Pubblicato Giugno 17, 2019
I social network viaggiano alla velocità della luce e con loro anche gli utenti che ne fanno parte sia da protagonisti che da fruitori, e in Cina quest velocità sta colpendo le grandi case di moda.
 
I brand del lusso hanno dovuto trovare il modo di adeguarsi alla Generazione Z e ai Millennials. I giovani cinesi nati dalla fine degli anni ottanta fino ai primi anni duemila, oggi, costituiscono il 31% della popolazione totale della Cina, rappresentando 415 milioni di consumatori cinesi e il 70% dei fruitori di brand di lusso al mondo, ma lo strapotere economico delle nuove generazioni ha anche delle precise esigenze che vengono espresse chiaramente dagli influencer, o KOL, come vengono chiamati in Cina.
 
3FfXkWxRxMowQaiNvtShghVUwQ9cF5jk7APp0XLJrTo.png
 
Le indagini di mercato parlano chiarissimo, per attirare l'attenzione del consumatore cinese ci vuole un doppio approccio da parte delle grandi aziende, il primo è quello di puntare agli influencer e alla comunicazione social, mentre il secondo e principale approccio deve arrivare da una comunicazione end to end al fine di rendere il giovane compratore unico nel suo genere.
 
I Millennials cinesi puntano all'unicità, non si affidano più alla fedeltà del marchio bensì si fidano degli influencer che, stime alla mano, pare spingeranno il mercato dei brand del lusso in Cina ad una crescita del 6% entro il prossimo anno, i giovani cinesi vengono infatti identificati come "Chinese Luxury Shoppers" ossia clienti del lusso, coloro che hanno spinto marchi come Louis Vuitton ad aprire un online store nella famosa pagina Xiaohongshu (in inglese: Little Red Book o soltanto RED) la piattaforma di shopping digitale più usata in Cina.
 
WeChat, invece, si è spinta oltre, molti marchi di lusso affidano alla piattaforma di comunicazione dei veri e propri mini programmi di fidelizzazione del cliente permettendo loro di crearsi il proprio capo esclusivo, come ha fatto Sergio Rossi per la campagna natalizia del suo marchio.
Screen-Shot-2018-09-12-at-1.13.43-PM-1024x837.png
 
Il marchio francese di cosmesi, Guerlain, ha, invece, creato un vero e proprio gioco che spingeva i suoi partecipanti a recarsi allo store per ritirare i premi.
 
 
 
 
 Screen-Shot-2017-11-13-at-3.57.56-PM.png
 
In breve tempo i grandi marchi si sono adeguati alle logiche di mercato dei giovani acquirenti cinesi. Ma non sono solo i brand di moda a puntare ai giovani cinesi, anche i marchi legati all'ospitalità come l'hotel Four Seasons ha recentemente implementato un pop-down a Hong Kong, per conquistare i giovani consumatori cinesi. La campagna della durata di due giorni ha promosso i piatti tipici della catena di lusso serviti in tutto il mondo. Per conquistare l'esigente giovane clientela ha promosso il suo evento sui social media con un hashtag facile da usare. 
 
I Millennial cinesi stanno guidando il cambiamento nella cultura esperienziale dei marchi attraverso l'uso di piattaforme di social media come Tik Tok e WeChat, il concetto di vendita al dettaglio sta guadagnando popolarità tra i marchi del lusso mondiale che punta a raggiungere gli influencer e loro followers cinesi. È ormai chiaro che per farlo i grandi marchi devono continuare a dedicare le loro iniziative di marketing alle piattaforme social.
 
Letto 1704 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Giugno 2019 10:24

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android