in News

L’Istituto Confucio porta il cinema cinese a Milano

Di Pubblicato Marzo 15, 2019

L’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano è lieto di annunciare che, in occasione della 29° edizione del Festival del Cinema africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, sbarca a Milano, per la prima volta, il Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival. Si concretizza, grazie alla ormai consolidata collaborazione dell’Istituto Confucio con Marco Müller, direttore del Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival, questa ulteriore collaborazione con il FESCAAAL.


I film della sezione cinese costituiscono una scelta effettuata da Marco Müller, che mira a presentare le opere di alcuni registi dell’ultima generazione cinese.

 

Ad aprire la sezione cinese al Fescaaal sarà “Baby” del regista Liu Jie. Il film, presentato in prima mondiale al Toronto International Film Festival 2018 e al Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival 2018, denuncia l’abbandono dei bambini affetti da malattie o malformazioni fisiche ai tempi della politica del figlio unico, un tema difficile ma affrontato magistralmente dal regista cinese. Il film è in concorso al Fescaaal. Sono previste due proiezioni della pellicola: mercoledì 27 marzo alle ore 21.00 e giovedì 28 marzo alle ore 17.00. Alla prima proiezione sarà presente il regista. Presso Auditorium San Fedele (Via Ulrico Hoepli, 3/b).

baby-liu-jie.jpg

 

Giovedì 28 marzo sarà anche la volta di “Winter after winter” del giovane regista Xing Jian. Il film è ambientato in Manciuria negli anni dell’occupazione giapponese, quando nella Cina nord-orientale gli occupanti vanno alla ricerca di giovani da mandare ai lavori forzati. Al fine di garantire la continuità della loro linea di sangue, Lao Si chiede al figlio più giovane di mettere incinta la cognata Ku, dal momento che un fratello è fuggito e l'altro è impotente, ma improvvisamente il giovane e suo fratello vengono portati via. Sette mesi dopo, il ragazzo fa ritorno e trova nascondiglio nella cantina di Ku, all’insaputa di Lao Si, facendo scaturire una serie di complicazioni. La proiezione si terrà alle ore 21.00 presso il Cinema Arcobaleno (Viale Tunisia, 11).

 

winter after winter.jpg

 

Venerdì 29 marzo la poliedrica regista cinese Li Jiaxi presenterà il suo film “Don’t walk away”. Il film, adattato da un suo romanzo, è ambientato nella città di Taiyuan, nello Shanxi, e racconta di un’artista e insegnante di scuola superiore alle prese con un periodo difficile della sua vita. La protagonista ci fa vivere in prima persona il suo disagio, rendendoci partecipi della sua vita. La proiezione si terrà presso il Cinema Arcobaleno alle ore 19.00.

 

A chiudere la sezione cinese sarà la proiezione di “Youth” del celebre regista Feng Xiaogang, che sarà ospite dell’Istituto Confucio per tutta la settimana, dal 19 al 22 marzo. Il film, che ha aperto la prima edizione del Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival, rappresenta una celebrazione della giovinezza vissuta sullo sfondo di eventi cruciali della storia cinese, dalla Rivoluzione Culturale agli anni della grande riforma. La proiezione si terrà sabato 30 marzo alle ore 14.00 presso lo Spazio Oberdan (Piazza Oberdan, Viale Vittorio Veneto, 2).

 

youth_cinelapsus.jpg

 

Oltre alle proiezioni dei film, sarà possibile incontrare i registi Liu Jie e Li Jiaxi presso il Festival Centre, mercoledì 27 marzo alle ore 18.00. Con loro dialogherà Marco Müller. Ingresso libero.

 

I film verranno proiettati in lingua originale, con sottotitoli in italiano.
Le proiezioni sono organizzate dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con il Festival del Cinema africano, d’Asia e America Latina e il Pingyao Crouching Tiger Hidden Dragon International Film Festival.
Ingresso proiezioni a pagamento: 7 € + 1 € Festival Card

 

Nella settimana precedente al festival, e in particolare nei giorni 20, 21 e 22 marzo, sarà a Milano Feng Xiaogang, ospite dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano. Il regista terrà due masterclass riguardanti il cinema cinese, aperte al pubblico, presso il Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione dell’Università degli Studi di Milano. Gli appuntamenti rappresenteranno un’opportunità unica per tutti gli appassionati di cinema, di conoscere uno dei registi cinesi più interessanti e apprezzati dalla critica e dal pubblico internazionale.

 

Sarà uno dei capolavori di Feng Xiaogang, “Back to 1942” (2012), a introdurre le masterclass. Con questo film il regista firma il suo progetto più personale e ambizioso, una vibrante e toccante epopea popolare che ha l'obiettivo di riportare alla memoria un tragico episodio collettivo: la grande carestia che nel 1942 ha travolto la provincia cinese dell’Henan, causando la morte di tre milioni di persone per fame e stenti. Trasposizione dell'imponente libro Remembering 1942 di Liu Zhenyun, questo colossal contemporaneo traduce sul grande schermo un’importante pagina della storia cinese, bilanciando un'attenta ricostruzione documentaria degli eventi con uno sguardo commosso. Il film sarà proiettato mercoledì 20 marzo alle ore 14.30, presso il Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione. Feng Xiaogang sarà presente, insieme a Marco Müller, per presentare il film e rispondere alle domande del pubblico.

 

30RDP_BACK_SPAN-jumbo.jpg

 

Il giorno seguente, giovedì 21 marzo, Marco Müller presenterà agli studenti e al pubblico Feng Xiaogang, e insieme dialogheranno sulle esperienze e i lavori del regista. L’incontro si terrà presso il Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione – aula T8, ore 10.30.

 

Il giorno prima dell’inizio ufficiale del Fescaaal, l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano proietterà al Cinema Arcobaleno un altro capolavoro del celebre regista cinese: “Youth” (2017). Giunto al suo diciassettesimo lungometraggio dietro la macchina da presa, Feng affronta qui il tema della sua generazione, quella cresciuta negli anni della Rivoluzione Culturale, focalizzando l’attenzione su una compagnia artistico-militare. Il film è una celebrazione della giovinezza vissuta sullo sfondo di eventi storici cruciali, che narra la storia di un corpo di ballo dell’esercito cinese, dalla Rivoluzione Culturale alla guerra contro il Vietnam del 1979, fino agli anni della grande riforma. Il film ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico in patria ed è stato presentato al Festival di Toronto nel 2017. La storia è raccontata dalla voce fuori campo di Xiao Suizi, una dei componenti della troupe diventata poi scrittrice, che rievoca la propria giovinezza.


Il film verrà proiettato venerdì 22 marzo alle ore 19.00 presso il Cinema Arcobaleno (viale Tunisia 11). Alla serata saranno presenti il regista Feng Xiaogang e Marco Müller.

 

Gli incontri in università sono organizzati dall’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e degli Studi Interculturali e il CARC (Contemporary Asia Research Centre). La proiezione è organizzata in collaborazione con il FCAAAL.

 

 

Programma degli incontri dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano


Mercoledì 20 marzo, ore 14.30


Proiezione del film “Back to 1942” (Feng Xiaogang, 2012). Presso Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione (piazza Indro Montanelli 1, Sesto S.G.).


Q&A session con il regista e Marco Müller.


Ingresso libero.

 

Giovedì 21 marzo, ore 10.30

 

Incontro con il regista Feng Xiaogang e Marco Müller. Presso Polo di Mediazione Interculturale e Comunicazione – aula T8 (piazza Indro Montanelli 1, Sesto S.G.)


Ingresso libero.

 

 

Venerdì 22 marzo, ore 19.00


Proiezione del film “Youth” (Feng Xiaogang, 2017). Presso Cinema Arcobaleno, sala 1 (viale Tunisia, 11)


Ingresso libero.

 

 

Programma delle proiezioni all’interno del Fescaaal


Mercoledì 27 marzo, ore 21.00


“Baby”. Presso Auditorium San Fedele (via Ulrico Hoepli, 3/b)


Ingresso a pagamento 7 € + 1 € Festival Card

 

 

Giovedì 28 marzo, ore 17.00


Replica di “Baby”. Presso Auditorium San Fedele (via Ulrico Hoepli, 3/b)


Ingresso a pagamento 7 € + 1 € Festival Card

 

 

Giovedì 28 marzo, ore 21.00


“Winter after winter”. Presso Cinema Arcobaleno, sala 1 (viale Tunisia, 11)


Ingresso a pagamento 7 € + 1 € Festival Card

 

 

Venerdì 29 marzo, ore 19.00


“Don't walk away” - sala 1. Presso Cinema Arcobaleno (viale Tunisia, 11)


Ingresso a pagamento 7 € + 1 € Festival Card

 

 

Sabato 30 marzo, ore 14.00

 

Replica di “Youth” – sala 1. Presso Auditorium San Fedele (via Ulrico Hoepli, 3/b)


Ingresso a pagamento 7 € + 1 € Festival Card

Letto 2449 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2019 15:04

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android