in News

La diffusione degli smart-payment sta tagliando fuori gli anziani cinesi dalle attività quotidiane?

Di Pubblicato Novembre 26, 2018

La vita quotidiana in Cina dipende sempre più dal digitale, così gli anziani si trovano sempre più esclusi da una vasta gamma di servizi.

"Se non prendete i contanti, allora mettete un cartello!", gridò il 67enne signor Xie dopo aver provato a usare denaro per pagare dei generi alimentari presso un negozio che accetta solo pagamenti mobili. Infuriato per il suo trattamento, la reazione iniziale di Xie fu quella di provocare un putiferio, scagliandosi contro le guardie di sicurezza che lo circondavano. "Hai umiliato me, una persona anziana, per non essere in grado di usare WeChat!", ha spiegato più tardi Xie, dopo aver riacquistato la calma.
Il video , pubblicato su Weibo alla fine di settembre di quest'anno, ha fatto rapidamente il giro dei social media cinesi, rinnovando una polemica che va dritta al cuore della frenetica rivoluzione digitale cinese: gli anziani possono tenere il passo?

anzianismart 1.jpg

Il problema è diventato centrale lo scorso anno dopo che la scrittrice Xiao Ao ha pubblicato un articolo dal titolo: "Mi dispiace, ma visto che hai già più di 70 anni, non sei più adatto per continuare a vivere". Nell'articolo, Xiao ha espresso la sua frustrazione per quanto sia stato difficile per il suo nonno di 90 anni ricevere un pacco che gli aveva spedito. "Pensavo che sarebbe stata una consegna semplice", ricorda Xiao. "Mio nonno doveva solo andare alla sua porta, aprire, ricevere il pacco e trovare il regalo al suo interno. Ma mi sbagliavo."
I pacchi spediti al complesso residenziale del nonno vengono immagazzinati per essere ritirati nei nuovi armadietti di consegna, che possono essere sbloccati solo dal destinatario previsto utilizzando il proprio account Wechat. "Mio nonno sa solo fare e ricevere chiamate. Non sa digitare del testo, perciò utilizzare Wechat è fuori questione", ha spiegato Xiao.
Secondo lei, c'è una repulsione diffusa da parte degli anziani cinesi verso l'economia digitale, evidente dagli innumerevoli rapporti di anziani che lottano per usare servizi digitalizzati che sono di secondaria importanza per le generazioni più giovani: cab-hailing, queing in banca o ospedale, bike-sharing , la lista potrebbe continuare all'infinito.

 

Wang Qipeng, scrivendo per il Beijing Evening Paper , presenta un punto di vista simile. "Si può dire che viviamo in un'epoca di 'scansione'", scrive Qipeng: "Eppure ci sono molti anziani che, dal momento che non riescono a usare la scansione (dei QR code), non hanno modo di utilizzare il bike-sharing, non hanno modo di ottenere sconti al supermercato e non possono nemmeno aprire gli smart-box che vengono loro consegnati. "
Il riferimento di Wang all'età della scansione non è un'esagerazione. Per sbloccare una bicicletta attraverso le app di bike-sharing come Mobike o Ofo o ordinare il pranzo in ufficio attraverso l'app di consegna pasti Eleme occorre effettuare pagamenti digitali tramite app di pagamento mobili. Anche le istituzioni pubbliche si stanno adattando all'età della scansione, per funzioni che vanno dagli annunci pubblici alla distribuzione di carta igienica .
I codici QR sono onnipresenti nei paesaggi pubblici e commerciali della Cina. Sono affissi al mercato ai banchi delle verdure, accanto ai registri nei grandi magazzini e , nelle città di primo livello, vengono persino usati dai mendicanti per le offerte.

anzianismart 2.jpg

La dipendenza dai pagamenti mobili è aumentata a livello globale, ma in Cina ad un livello incomparabile con altri paesi. Secondo il South China Morning Post, nel terzo trimestre del 2017, i guadagni nel settore dei pagamenti mobili hanno raggiunto 29,5 trilioni di RMB (quasi 4,25 trilioni di dollari), un aumento di tre volte in un solo anno.
Per i residenti urbani più giovani, eliminare i contanti è un cambiamento positivo. Uno studio del 2017 su Penguin Intelligence ha rilevato che il 92% degli intervistati nelle città della Cina utilizza principalmente metodi di pagamento mobili. Il contante, d'altra parte, è preferito da meno del 10% di questo gruppo.

Consegnare agli anziani uno smartphone non è in alcun modo una soluzione. La sostituzione del portafoglio con lo smartphone viene fornita con un proprio insieme di regole e requisiti. L'utilizzo dei pagamenti mobili non dipende esclusivamente dalla familiarità con gli smartphone, ma dipende anche dalle capacità della vista per leggere i piccoli caratteri dagli schermi dei telefoni. 

anzianismart 3.jpg

Operazioni come il collegamento di un conto bancario a un telefono possono essere un incubo per gli analfabeti tecnologici. In assenza di corsi facilmente accessibili adatti alla velocità di apprendimento dei cittadini anziani, l'effetto del pagamento mobile su questa fascia di età è esattamente l'opposto di ciò che intende, allontanando queste persone dalle semplici faccende della vita quotidiana.

anzianismart 4.jpg

Su Weibo, molti commentatori sostengono gli anziani in vicende come quella del signor Xie. Un tipico commento è: "Rifiutare di accettare denaro contante è in realtà un tipo di discriminazione per coloro che non capiscono come funzionano i pagamenti mobili".
Sfortunatamente, nonostante la frequenza di queste storie, c'è poco consenso su come preparare meglio gli anziani per un domani sempre più digitalizzato.

Letto 431 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Novembre 2018 09:50

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android