in News

La Cina è il paese che invecchia più velocemente al mondo

Di Pubblicato Settembre 10, 2018

La popolazione mondiale sta invecchiando. Per leggerla positivamente, l’aspettativa di vita media degli abitanti del pianeta si sta alzando sempre di più.

In ogni caso, il numero di persone che superano i 60 anni sta aumentando più rapidamente di qualsiasi altra fascia di età, fenomeno attribuito, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), all'aumento dell'aspettativa di vita e al declino dei tassi di fertilità.

Con una popolazione di oltre 1,4 miliardi di persone, la Cina sta vivendo un aumento considerevole del numero di anziani. Questa fascia di persone, alla fine del 2017, rappresentava il 17,3% della popolazione cinese, ovvero circa 241 milioni di persone, secondo i dati pubblicati sul sito del Ministero degli affari civili. In parole povere: la Cina è un paese leader mondiale per numero di cittadini ultrasessantenni.

Si prevede che, nel 2050, tale numero salirà a 487 milioni, circa il 35% della popolazione del paese del dragone. Secondo un'infografica pubblicata dall'OMS, nel 2050, nel mondo una persona su cinque avrà 60 anni o più, mentre in Cina il rapporto sarà di uno su tre.

Tutto lascia pensare che questa sia una delle conseguenze inevitabili della trentennale politica del figlio unico, ma Zhang Chewei, direttore dell'Istituto di Popolazione e Economia del lavoro a Pechino, si permette di dissentire.

"Molti paesi sviluppati non hanno una politica di controllo delle nascite, ma stanno comunque affrontando i problemi di una società che invecchia, con una tassi di crescita negativi della popolazione. La tendenza generale non può essere cambiata, l'invecchiamento della popolazione è irreversibile", ha dichiarato Zhang in un'intervista a China Newsweek .

 chineseoldpeople 1.jpg

Una società che invecchia, secondo la definizione delle Nazioni Unite, è quella in cui le persone di 65 anni di età costituiscono almeno il 7% della popolazione. In Cina, questo dato demografico costituisce un esorbitante 11,4%.

Per diventare una società a tendenza di invecchiamento, paesi come Francia, Svezia e Stati Uniti hanno impiegato rispettivamente 115, 85 e 69 anni. La Cina ha raggiunto lo stesso status in soli 18 anni, stando a un rapporto dell'OMS sulla popolazione anziana cinese.

Dal 2000, secondo Zhang, il tasso di fertilità in Cina si è abbassato in media dell’1,5-1,6%. Nel 2016 si è registrato un tasso di natalità dell’1,7% e un'aspettativa di vita di 76 anni, mentre le nascite nella prima metà del 2018 sono state almeno il 15% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017.

Inutile dire che la Cina ha un disperato bisogno di trovare la fonte della giovinezza.

Letto 978 volte Ultima modifica il Mercoledì, 05 Settembre 2018 10:17

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android