in News

Chiude uno storico ristorante di serpenti a Hong Kong

Di Pubblicato Luglio 18, 2018

Chiude, dopo 110 anni, uno degli storici ristoranti di serpenti di Hong Kong.

She Wong Lam, locale a conduzione familiare, è stato molto popolare negli anni '60 e '70, ma oggi, con il proprietario ormai 90enne e senza nessuno della generazione più giovane della famiglia che voglia continuare a preparare zuppe di serpenti, il ristorante ha chiuso i battenti il 15 luglio.

Secondo quanto racconta  il proprietario di quarta generazioneLo Tin-yam, il gestore dello She Wong Lam, Mak Dai-kong, ha deciso di ritirarsi, costringendo la famiglia Lo a chiudere il locale di Hillier Street.

"Il Maestro Mak ha quasi 90 anni ed è il gestore del negozio. Ha lavorato per quattro generazioni della nostra famiglia ", afferma Lo al telefono da Vancouver, in Canada. "Quando mio nonno morì, mio padre [Lo Yip-wing] non conosceva molto del business dei serpenti e io ancora meno", dice.

La sua famiglia si è fidata per tutto questo tempo di Mak, ma avendo familiarità con gli altri dipendenti del negozio, è stato difficile per loro continuare l'attività, spiega.

shewonglam 1.jpg

Lo dice che la data di chiusura di She Wong Lam è stata scelta da suo zio e da suo padre, quest'ultimo oggi in una casa di riposo a Hong Kong. Lo vive con sua sorella minore a Vancouver da quando aveva circa otto anni e non ha intenzione di tornare.

"È molto difficile trovare persone che lavorino in questo particolare settore. Non è per tutti ", afferma.

Mak entrò a far parte del She Wong Lam nel 1948, all'età di 18 anni. Il fondatore, Lo Tai-lam, lo incoraggiò a dare una mano in negozio e a mangiare zuppa di serpenti per aiutarlo a costruire la sua forza.

Mak ha gradualmente imparato a maneggiare i serpenti, a togliere in denti, a estrarre la cistifellea e a preparare la zuppa, specialità del negozio.

Gli ingredienti della zuppa di serpenti includono carne di varie specie di serpenti, pollo, maiale, zucchero di canna, scorza di mandarino e pepe bianco. È guarnita con petali di crisantemo e foglie di limone finemente tagliate.

shewonglam 3.JPG

“In passato, i miei colleghi di mi dissero che non c'era motivo di avere paura dei serpenti “, ha detto Mak in un'intervista con ‘The Message’ alla fine dell'anno scorso.

"Una volta estratti i denti, non sono velenosi... Ricordo i miei primi tentativi di maneggiare i serpenti. Una volta sono stato morso, ma non è stato affatto doloroso. Da allora, non ho mai avuto paura dei serpenti".

Esther Chok Wing-sum, antropologa, dice che nel 1885 c'erano circa 115 negozi di serpenti a Guangzhou. All'inizio del secolo, molti lavoravano con i serpenti, tra questi il bisnonno di Lo. Questi esperti di rettili portarono le loro conoscenze e abilità nella colonia britannica di Hong Kong.

Prima degli anni '50, il serpente era una prelibatezza alla pari con la pinna di squalo e il nido di uccelli, che solo i benestanti potevano permettersi.

"Una cistifellea di serpente valeva qualche giorno di paga", spiega. "Costava 20 HK $, ma a quel tempo lo stipendio mensile medio era di 250 HK $."

Tuttavia, dagli anni '50 in poi, mangiare il serpente divenne sempre più accessibile per la classe operaia e divenne più popolare. "Una ciotola di zuppa di serpenti costava 8 $, ma poi arrivo a costare 2-3 HK $", racconta Chok.

shewonglam 2.jpg

Celebrità come l'attore Stephen Chow Sing-chi e l'ex ufficiale di polizia Tsang Kai-wing (il padre dell'attore Eric Tsang Chi-wai) erano visitatori abituali del ristorante. Si dice che Chow avesse detto al personale di contattarlo quando avevano un cobra particolarmente grande, tale era la sua passione per la carne di serpente.

Nonostante il successo di She Wong Lam, i parenti di Lo erano consapevoli di quanto fosse importante che un membro della nuova generazione imparasse il mestiere per far proseguire il business.

"Il mio prozio me lo chiese quando avevo circa 20 anni. Ma la mia vita è in Canada. Ho 50 anni e non vivo più ad Hong Kong", dice Lo.

Lo sottolinea che anche altri mestieri tradizionali di Hong Kong stanno scomparendo, tra questi la fabbricazione di lanterne, la produzione di noodles di bambù, l’incisione a mano delle mattonelle di mahjong e la produzione di insegne al neon.

shewonglam 4.JPG

"Le nuove generazioni si allontanano e non sanno guardare indietro", dice. "La vecchia Hong Kong scomparirà e i negozi come Zara, McDonald's e Fairwood prenderanno il sopravvento, visto anche l’altissimo prezzo degli affitti."

La guida “OpenRice” indica che ci sono ancora 36 ristoranti che menzionano il serpente nei loro menù a Hong Kong e almeno quattro di essi hanno più di una filiale. Purtroppo, nessuno di essi avrà nel suo staff uno specialista come Mak Dai-kong, né espone serpenti vivi all’interno.

Letto 1328 volte

Contattaci

Viale della Repubblica, 298
Prato, PO 59100
ITALY
0574 1595523
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.radioitaliacina.com
  • SPERIMENTARE - AMARE - INTERAGIRE

     
    appstore icon apple android icon android